Varità Envy

Conoscete la verietà Envy?

scilate-envy

Il nome della varietà è Scilate ma viene commercializzata a livello mondiale con il marchio Envy®.

La Envy è una mela con colore di base rosso e leggermente striato. La polpa è succosa, compatta e molto croccante. Una mela molto dolce e con un leggero aroma che richiama quello delle pere. Viene coltivata in tutta la Val Venosta e ha avuto origine nel 1985 in Nuova Zelanda da un incrocio tra Gala e Braeburn. Questa varietà è di grandi dimensioni e si distingue per le sue tipiche striature gialle sulla buccia.

Si consiglia visto il suo intenso gusto di combinarla con dessert ma è perfetta anche per piatti a base di carne dai sapori forti.

Il mese di raccolta della Envy è ottobre ed è disponibile da novembre ad aprile.

Gala Val Venosta: un’esplosione di sapore

Matura a fine agosto ed è disponibile da settembre sino a fine marzo…perfettamente rotonda, di grandezza medio piccola, dalla buccia liscia e di un colore rosso splendente e  invitante.

Di cosa stiamo parlando? Di Gala Val Venosta, la mela venostana per eccellenza che rallegra le nostre tavole con il suo colore rosso sgargiante in questo periodo autunnale!

Questo straordinario frutto nasce nel 1960 in Nuova Zelanda, da un incrocio tra Kidd’s Orange e Golden Delicious. Estremamente croccante e succosa, ideale per chi preferisce un gusto dolce e fresco, poco aspro.

Gala Val Venosta è la prima a maturare e racchiude in sé tutti i profumi e le fragranze della Val Venosta, un piccolo angolo di paradiso e di verde incontaminato! Proprio per questo motivo, è consigliato gustarla subito, appena colta, per assaporare tutto l’aroma che la contraddistingue.

Cosa aspettate? Gustatela anche voi!

QR Code: la posizione privilegiata della Val Venosta

Grazie alla sua posizione privilegiata tra i 500 e i 1000 metri d’altezza, tra Merano e il Passo Resia, la Val Venosta dona alle sue mele caratteristiche uniche, facendole crescere più lentamente e rendendole più croccanti: ecco perché sono così buone!

Inoltre, grazie a più di 300 giorni di sole all’anno, meno di 500 mm di precipitazioni annue ed una forte escursione termica tra il giorno e la notte le mele venostane il microclima ideale per la loro crescita con risultati ottimi. Le caratteristiche della nostra natura fanno delle Mele Val Venosta frutti inimitabili con l’inconfondibile qualità di montagna.

QR CODE melaPer saperne di più, scatta una foto al QR Code sui bollini o sul retro dei sacchetti! Un viaggio interattivo ti porterà a vivere l’atmosfera della Val Venosta!

La Mela nel Mondo

Sono all’incirca 30.000 le varietà di mele conosciute in tutto il Mondo: ne esistono proprio per tutti i gusti!

mela-mondo

C’è chi preferisce quelle farinose, altri, invece, optano per le più croccanti … dolci, acidule … le mele accontentano tutti! E non è finita qui! Sì, perché ogni popolo, ogni nazione custodisce gelosamente culture, simbologie e ricette proprie delle sue tradizioni … anche per quanto riguarda la mela!

Un esempio? Basti pensare al termine “La Grande Mela” per indicare New York, simbolo per eccellenza degli Americani così come la loro fantastica ed inimitabile Apple Pie!

Per non parlare poi dell’Asia, la terra originaria delle mele … in Cina, in particolare, la mela è associata alla tranquillità.

Infine, in Europa, la mela è riconosciuta come simbolo della tentazione …

Ad ogni modo, a prescindere dal significato che le si attribuisce, la mela rappresenta per tutti un frutto straordinario e dalle altissime proprietà nutritive.

La potatura in Val Venosta

In inverno, in Val Venosta, i frutticoltori si dedicano alla potatura dei meli, tagliando i rami troppo grossi e superflui in cima alle piante giovani.

PotaturaIn particolare, lo sapevate che i polloni, i germogli nati dalle nuove gemme, vengono piegati verso il basso, con uno spago per evitare una crescita troppo vigorosa verso l’alto? Questo determina un aumento della qualità delle mele!

Inoltre, gli alberi in piena produzione sono privati dei rami superflui e di quelli vecchi, innescandone così il rinnovamento.

Così facendo, alle piante giovani e a quelle destinate al raccolto, viene conferita una forma conica che permette alla luce di penetrare anche all’interno della pianta, condizione necessaria per produrre frutta di buona qualità!