Mele cotte al forno con frutta secca e miele

mele1

Le Mele Val Venosta cotte al forno con frutta secca e miele sono un dessert davvero favoloso! Facilissime da preparare e nonostante la loro semplicità, si prestano benissimo ad essere un’ottima alternativa del dolce a fine pasto.

INGREDIENTI

PROCEDIMENTO

mele 2

Lavate le mele e privatele del torsolo con l’aiuto del LEVA TORSOLO.

Su un piattino preparatevi il vostro mix di frutta secca.

Vi consiglio di farlo con ciò che più vi piace, con ciò che avete in casa e di unire una parte di semi oleosi (noci, mandorle, ecc.) ed una parte di frutta secca dolce (tutta la frutta disidratata che volete).

Accendete il forno a 200-220°C così inizia a scaldarsi, rivestite una teglia con carta da forno e adagiate sulla teglia le vostre mele.

Farcite il VUOTO che si è creato privando la mela del torsolo con il mix di frutta secca. Spruzzate con del MIELE ed infornate!

Il tempo di cottura varia dal tipo di mela che utilizzate (se è più o meno acquosa), ma comunque un’oretta vi ci vorrà!

Le vedrete aprirsi ed emettere il loro zucchero naturale che andrà a caramellarsi e sarà molto buono!

La polpa sarà morbida, soffice e, soprattutto dolcissima!

Un sapore davvero unico che sa di tradizione, di coccola e…come dicevamo all’inizio…di autunno!

Non mi rimane che augurarvi BUONA MELA COTTA a tutti!

Ricetta realizzata dalla food blogger Irene del blog Uno spiccio di melone.

Perché non iniziare la settimana con una ricetta a base di Mela Val Venosta?

risottomele_valvenosta

Sfiziosi e originali piatti che contengono come ingrediente principale. Per contrastare la voglia di dolci che si presenta d’inverno vi consigliamo delle ricette a le base di mele, che sono più leggere ma non per questo meno buone! In più sono salutari perché la mela è ricca di vitamina B1 e B2, aiuta a combattere la stanchezza, l’irritabilità tipica del periodo invernale.

La mela possiede pochissime calorie, circa 70 kcal per frutto, questo perché principalmente sono costituite da acqua (85%). Ricchissima di acidi organici (citrico e malico) e fibre, che predispongono una migliore digestione e aiutano a mantenere il giusto grado di acidità nell’organismo. La mela contiene preziose sostanze che saziano a lungo e regolano il transito intestinale.

15034034_10211159417649729_777417016_o

Per saperne di più e rimanere sempre aggiornati ti suggeriamo di visitare il sito di Mela Val Venosta nella rubrica Salute & Vitalità si possono trovare tantissime notizie sulle proprietà di questo meraviglioso e prezioso frutto: Una mela al giorno, Consigli di bellezza, Valori nutrizionali e Rimedi casalinghi.

 

Per un pranzo veloce: Bresaola e Rucola con Mela aromatizzata al Limone e Menta

BRESAOLA CON MELE 2

Ecco una ricetta per un pranzo semplice veloce! E’ assolutamente light e salutare poiché la bresaola è un insaccato considerato “magro”, ovvero povero di grassi. Mentre la mela nell’insalata condita olio e sale è squisita; pertanto con la bresaola ci sta veramente bene!

BRESAOLA CON MELE 6

INGREDIENTI:

  • 1,5 etti di bresaola
  • 100 g di rucola
  • 1 mela (potete scegliere tra la GOLDEN o la PINOVA della VAL VENOSTA)
  • il succo di mezzo limone
  • qualche foglia di menta fresca
  • q.b. di olio extravergine
  • q.b. di pepe nero e sale (facoltativo)

PROCEDIMENTO:

Iniziate con AROMATIZZARE le MELE; dunque le tagliate a fette sottili con l’aiuto di una mandolina.

BRESAOLA CON MELE 14

Le aggiungete in un contenitore assieme al succo di limone e le foglie di menta.

BRESAOLA CON MELE 10

Lasciate riposare circa una mezzoretta (se volete preparare prima questo passaggio, lasciate riposare anche tutto il giorno).

Adagiate la bresaola in un vassoio, fate uno strato con la MELA AROMATIZZATA e completate aggiungendo la rucola.

BRESAOLA CON MELE 8

Condite con un filo d’olio e, per chi piace, può aggiungere anche un po’ di pepe. Se usate il sale vi consiglio di usarne davvero poco: la sapidità al piatto la darà la bresaola!

Ora potete portare in tavola il vostro bel piatto colorato e gustarvelo!

BRESAOLA CON MELE 7

 

 

Buon appetito a tutti da Mela Val Venosta!!

La ricetta è stata realizzata dalla blogger Irene Bombarda del blog Uno Spicchio di Melone!!

Festa di Ringraziamento per il raccolto

ErntedankSapete che cos’è la festa di ringraziamento per il raccolto?

E’ una tradizione che risale al medioevo quando alla fine del raccolto i feudatari organizzavano una festa per ringraziare i contadini.

Ogni anno ad ottobre in Val Venosta si svolge una meravigliosa festa con una processione solenne, accompagnata dalla banda musicale. Così si ringrazia la natura per il buon raccolto e si prega che il prossimo anno ci sia bel tempo! Musica dal vivo, attività per bambini, degustazione di prodotti locali come vino, grappa e tutti i prodotti tipici della valle.

Se passate dalla Val Venosta non perdete questo fantastico giorno di festa!!!

Strudel classico della Val Venosta

Perfetto come dessert, famoso in tutto il mondo è lo strudel classico della Val Venosta. Vi suggeriamo la ricetta originale di questo buonissimo e goloso dolce!

Senza titolo-2

 

 

 

 

 

 

 

Ingredienti:

Per la sfoglia:
300 g di farina
2-3 cucchiai di olio
1/2 cucchiaino di sale
2-3 cucchiai di acqua

Per il ripieno:
1 – 1,5 kg di mele
50 g di pinoli
50 g di nocciole macinate
100 g di pane grattugiato
100 ml di panna
4-5 cucchiai di zucchero
2 cucchiai di rum
30 g di uvetta
succo di 1 limone

Per spennellare:
150 g di burro fuso

Preparazione:

Impastare energicamente la farina con l’acqua, l’olio ed il sale; spennellare la pasta ottenuta con l’olio e lasciarla riposare al coperto per almeno 2 ore
Lavare le mele, sbucciarle e tagliarle a fette o a cubetti. Aggiungere mescolando i pinoli, la panna, l’uvetta, il rum ed il succo di limone.
Stendere la sfoglia sottilissima su uno strofinaccio infarinato aiutandosi con il mattarello o tirandola con le mani. La sfoglia deve essere così sottile da lasciar intravedere i motivi dello strofinaccio! Spennellare la pasta con il burro fuso, cospargere con il pane grattugiato ed in ultimo con il ripieno di mele.
Lasciare liberi circa 5 cm sui lati.
Ripiegare i bordi su due lati, poi arrotolare lo strudel servendosi dello strofinaccio ed adagiarlo sulla leccarda imburrata. Spennellarlo con il burro ed infornare per 35 min. a 200° finché diventa dorato.