Dalla Val Venosta, non solo ottime mele

Dalla Val Venosta, non solo ottime mele! Una regione così generosa non poteva produrre soltanto le famose #MeleValVenosta, ma anche fragole, albicocche, cavolfiori, ciliegie e tanto altro…

SŸdtirol, Produkte, 2006 Copyright by Institut fŸr Wirtschaftsfšrderung Bozen Fotografie: Frieder Blickle

In Val Venosta i prodotti maturano lentamente acquisendo il loro sapore unico ed inconfondibile. Ricchi di ingredienti naturali, maturano sotto il sole della Val Venosta. Ai contadini il compito di accudirla con amore, passione ed esperienza.

SŸdtirol, Produkte, 2006 Copyright by Institut fŸr Wirtschaftsfšrderung Bozen Fotografie: Frieder Blickle

Val Venosta è sinonimo di colture d’eccellenza, non solo mele ma anche prodotti stagionali dalle qualità organolettiche superiori e dal sapore unico!Immagine7

FESTA DEL MARMO E DELLE ALBICOCCHE

Il 5 e il 6 agosto 2017 si terrà a Lasa la “Festa del Marmo e delle Albicocche la sagra tradizionale venostana che omaggia due dei prodotti simbolo, culinari e culturali di questa zona.

ALBICOCCHE2

Infatti, Lasa in Val Venosta, è nota per il suo “oro bianco”, ovvero il suo marmo finissimo, e le gustose albicocche dall’ ineguagliabile sapore.“Marmor und Marillen” è la festa che celebra questi due pilastri dell’economia e della vita di questa zona.

Caldo e sole, poche precipitazioni, tanto vento e terreni ariosi: è questo il clima tipico della Val Venosta, che lo rendono il territorio ideale per la coltivazione delle albicocche – chiamate Marillen dagli abitanti del luogo – tra le quali spicca la varietà autoctona più pregiata, l’Albicocca Venostana.

ALBICOCCHEA questo frutto dolce ed estivo va ad aggiungersi un altro tipico prodotto di Lasa, il marmo bianco di cui questa zona è ricca. Apprezzato e conosciuto in tutto il mondo, l’oro bianco, come viene definito, è famoso per la sua purezza e durezza, con un basso coefficiente di assorbimento che gli consente di resistere meglio alle intemperie, mantenendo a lungo la propria brillantezza e la propria integrità.

Potete trovare maggiori informazioni sul programma della Festa del Marmo e delle Albicocche nel sito http://marmorundmarillen.com/it/index.html.

GELATO ALLE ALBICOCCHE DELLA VAL VENOSTA

Per il fine settimana, cosa ne pensate di questo invitante gelato alle albicocche?

Foto Marilleneis

INGREDIENTI:

PREPARAZIONE:

Lavate con cura le albicocche, togliete il nocciolo e riducetele a tocchetti.

Mettete lo zucchero in un pentolino, unite la frutta e lasciate sciogliere a fuoco basso per una decina di minuti e mescolate di tanto in tanto, in modo che le albicocche rilascino la loro acqua.

Versate le albicocche, la panna e il latte in un bicchierone alto e frullate per un paio di minuti, fino a ottenere un composto cremoso. Riponete nel freezer e sarà pronto da gustare dopo 4 ore.

Oppure con la gelatiera: trasferite il composto nella gelatiera e lasciate mantecare il per almeno 50 minuti circa. Una volta ben mantecato potrete conservalo in freezer in un contenitore di plastica.

 Buonissimo!!

 

L’ABICOCCA VENOSTANA

Tutti aspettano le albicocche della Val Venosta – finalmente la raccolta ha inizio!

Il clima unico della Val Venosta, caldo e soleggiato, con poche precipitazioni e terreni ariosi, è ideale per la coltivazione delle Marillen, chiamate così dagli abitanti del luogo: le albicocche.

Immagine7

In Val Venosta, la coltivazione delle albicocche avviene ad un’altitudine compresa tra i 600 e i 1.200 metri sul livello del mare a garanzia di una qualità eccellente del prodotto. Di forma ovale e dalla buccia sottile e vellutata, di colore giallo scuro, tendente all’arancione, l’albicocca venostana è un concentrato dei sapori e delle straordinarie sfumature che caratterizzano l’estate in Val Venosta.

La sua polpa morbida e succosa, dal sapore pieno e lievemente acidulo, si presta bene ad essere utilizzata per la preparazione di dolci e marmellate.

Immagine5

Festa del marmo e delle albicocche 2016

Anche quest’anno, nel week end del 6 e 7 agosto, Lasa rende omaggio ai suoi due prodotti tipici, il suo “oro bianco” e le sue albicocche con l’immancabile Festa del “Marmo e delle Albicocche”!marille-vinschger

Caldo, sole e poche precipitazioni sono gli elementi chiave del clima della Val Venosta, che permettono di far maturare e rendere così gustose le albicocche, fra cui spicca anche una varietà autoctona molto pregiata, l’albicocca venostana. Oltre alle marillen, il marmo è l’altro motivo di vanto del paese, famoso in tutto il mondo per la sua purezza e durezza.

Degustazioni, musica dal vivo, mercatino di prodotti tipici e Artisti del marmo, segnate in agenda il week end del 6-7 agosto, non perdete la Festa del “Marmo e delle Albicocche” a Lasa!