La mela rosa

Nel comune di Gualdo Tadino (PG) è stata rinvenuta la pianta madre, diffusa anche in diverse altre zone dell’Umbria della cosiddetta “mela rosa”.

mela rosa

Questo tipo di mela è presente in differenti varianti; si tratta di una varietà che nasce da un albero vigoroso e molto rustico e che fiorisce tardivamente. Il frutto è rotondeggiante e schiacciato ai poli. La buccia è giallo- verdognola, con sfumatura rosa dalla parte del sole, con poche lenticelle evidenti. La polpa è bianca, croccante, dolce e molto profumata, leggermente acidula anche a maturazione.

Si raccoglie i primi dieci giorni di ottobre e si comincia a consumare a dicembre. Questa mela è da considerarsi probabilmente come parte del grande gruppo varietale delle Rosa, che presenta molte variazioni. Un tempo le mele rosa erano preziose e ricercate perché di facile reperibilità e conservazione. Essendo più piccole e schiacciate delle mele comuni la loro coltivazione è stata pian piano abbandonata a favore di qualità più grandi e croccanti.

La mele rosa così come altre antiche varietà di mele resteranno sempre parte integrante della nostra tradizione.

I commenti sono chiusi.